lunedì 14 agosto 2023

Anthropology attempts suicide by asphyxia

If there is a science which, in these last decades so crucial for the fate of the planet, would have had the potential, and indeed the duty and obligation, to make a powerful contribution to the cause of peace on the planet and to the critique of the Powers-that-be, this science is anthropology, which had devoted itself body and soul to the formidable enterprise of deciphering and understanding cultural diversity.

L'antropologia si suicida per asfissia

 Se c'è una scienza che, in questi ultimi decenni così cruciali per il destino del pianeta, avrebbe avuto la potenzialità, anzi il compito, anzi l'obbligo, di dare un grande contributo alla causa della pace fra i popoli e alla critica del Potere costituito, questa scienza è l'antropologia, che si era dedicata anima e corpo alla formidabile impresa di decifrare e comprendere la diversità culturale.

venerdì 4 agosto 2023

Colpo d'occhio su un impero militare

Tenere traccia delle basi americane in Italia e nel mondo è tutt'altro che facile.

Uno strano velo di fitta nebbia protegge l'informazione in materia.

Ma penetrarlo non è impossibile.

sabato 29 luglio 2023

Angelo Baracca: lucido e indignato fino all'ultimo

 Venerdì 21 luglio scorso, steso sul letto di morte, Angelo Baracca, lucidissimo, sapeva che la fine era vicina: “Fai sapere ai compagni e alle compagne che non sto soffrendo, che me ne vado assolutamente sereno. So di avere fatto tutto quello che potevo fare, adesso il mio tempo è finito, so di andare incontro al buio e al nulla. Ci vado tranquillo, non ho paura”.

lunedì 12 giugno 2023

mercoledì 9 dicembre 2020

Andando ancora dritto ad occhi chiusi

La vignetta in assoluto più geniale che sia mai uscita dalla penna di Massimo Bucchi apparve su La Repubblica il 20 giugno 2017, a pagina 47.



Con uno sguardo di portata cosmica che comprime in un unico istante una manciata di milioni di anni,

mercoledì 18 novembre 2020

C'è chi al buon senso non è propenso: il Direttore dell'Igiene Pubblica Firenze dice cose gravi sul Covid nelle scuole.

E' domenica, ora di pranzo - il 15 scorso, ore 13:03. Il Dr. Giorgio Garofalo, Direttore dell'USC Igiene e Sanità Pubblica di Firenze, è in ufficio al suo posto di battaglia. Clicca Invio: ha appena finito di scrivere la sua lunga e dettagliata risposta alla mia lettera del giorno prima sulle falle nel tracciamento del Covid nelle scuole.

Riporto qui sotto per intero il suo messaggio piuttosto drammatico.

sabato 14 novembre 2020

Al buon senso non ci penso: come si rimedia al Covid

 Con data di oggi 14 novembre, il Dr. Giorgio Garofalo, Responsabile Igiene Pubblica Zona Firenze della ASL Toscana Centro, mi invia una mail di posta certificata con cui si prescrive a mia figlia Sofia Gianna, anni tredici e terza media, di mettersi in quarantena fino al 13 novembre. Ieri. Oggi Sofia deve mettersi in quarantena fino a ieri.

Ho tentato di farla adempiere, ma non c'è stato verso, sostiene che ieri è passato.

Allora ho pensato di farlo sapere al Dr. Garofalo e gli ho scritto.

Purtroppo c'è poco da ridere, in casi così c'è chi rischia la vita.

lunedì 30 luglio 2018

Conte alla riscossa: va da Trump a scavarsi la fossa.

Be', che Conte avesse bisogno di andare a prestare omaggio a Trump per garantirsi contro l'inimicizia americana, non ci poteva stupire più di tanto. Trovatemi un politico di governo italiano che non abbia fatto l'equivalente.
Ma nulla lo obbligava a dichiarare testualmente: “Il nostro governo e l'amministrazione Trump hanno qualcosa in comune: sono entrambi governi del cambiamento”.

sabato 9 giugno 2018

Ultime notizie dal Medio Oriente


“Allora Ciro, avendo compreso che Creso era uomo caro agli dei e buono, lo fece scendere dalla pira e gli chiese: 'Creso, quale degli uomini ti condusse a muovere in armi contro la mia terra e a farti mio nemico invece che mio amico?' E quello rispose: 'O re, questo io feci per la tua fortuna e per la mia disgrazia; ma colpevole di questo fu il dio degli Elleni, che mi spinse alla guerra. Poiché nessuno è tanto privo di senno da preferire la guerra alla pace: ché in questa i figli seppelliscono i genitori, in quella i genitori i figli'”
Erodoto, Storie, 1, 89, 2-4 (trad. Augusta Izzo D'Accinni, Sansoni Editore, Milano, 1993)

giovedì 7 giugno 2018

E se fa male il Quirinale?


Il governo più originale della storia d'Italia entra adesso nel pieno delle sue funzioni, dopo la fiducia alla camera. Aspetteremo a giudicarlo dai fatti. Nel frattempo, tuttavia, è opportuno tirare qualche conclusione sulla straordinaria vicenda della sua formazione. Infatti, nonostante i fiumi d'inchiostro versati sull'argomento, si direbbe che proprio la lezione più importante da trarne sia sfuggita all'attenzione dei più.

giovedì 24 maggio 2018

Nasce bene o nasce male il governo più originale?


Nasce adesso, con l'incarico a Giuseppe Conte, l'avventura del nuovo governo giallo-verde.
Difficile negare che si tratti del governo più originale di tutta la storia d'Italia. In questo senso ha ragione il buon Di Maio: è stata una giornata storica. Questo è forse il governo più atteso alla prova dai tempi lontani di Alcide De Gasperi.
Ed è atteso fra la gente, direi, più con benevola curiosità che con accigliata preoccupazione, perfino fra quella buona metà dei votanti che non aveva scelto né il giallo né il verde.

martedì 27 marzo 2018

L'espulsione obtorto collo dei diplomatici russi: un altro passo verso il cataclisma?


Un altro passo verso la guerra aperta, un'altra mossa verso il cataclisma.
L'espulsione di oltre cento diplomatici russi annunciata dagli Stati Uniti seguiti da altri venti paesi, quindici dei quali dell'Unione Europea, rappresenta, come ha dichiarato esultante il ministro degli Esteri inglese Boris Johnson “la più grande espulsione collettiva di agenti dell'intelligence russa della storia”.
E' una mossa evidentemente destinata a portare alle stelle la tensione fra Russia e Occidente. Per l'ambasciatore russo a Washington Anatolij Antonov, questo è il colpo che “distruggerà quel poco che è rimasto dei legami fra Russia e Stati Uniti”, riferisce Il Sole 24ore.

giovedì 22 marzo 2018

Caso Zucca: il capo della Polizia tira fuori una grossa bugia


Oggi, 21 marzo 2018, equinozio di primavera, il capo della Polizia della Repubblica Italiana ha pronunciato una flagrante menzogna davanti alla stampa, ai media e a tutto il popolo italiano.
Franco Gabrielli stava manifestando la sua alta indignazione per le parole del sostituto procuratore generale di Genova Enrico Zucca, già pubblico ministero al processo per le torture della scuola Diaz, il quale, davanti alla madre di Giulio Regeni, aveva osato sostenere che è difficile pretendere che l'Egitto ci consegni i suoi torturatori, quando noi teniamo i nostri torturatori ai vertici della polizia.
Zucca si riferiva al fatto che diversi responsabili di quei tristi e indimenticabili episodi, pur essendo stati riconosciuti colpevoli e condannati per i loro misfatti, sono stati reintegrati nelle loro funzioni e addirittura promossi a posizioni di alto livello nella Polizia di Stato, non appena scaduti i termini dell'interdizione dai pubblici uffici conseguente alle condanne penali.

sabato 8 aprile 2017

Tortura impunita, Costituzione tradita

Il reato di tortura non è legge, ma pochi sanno che è Costituzione.
Sei delle 65 vittime delle incredibili violenze di Bolzaneto in occasione del G8 di Genova del luglio 2001 hanno accettato il risarcimento di 45.000 Euro offerto dallo stato italiano e sono uscite dal processo in corso presso la Corte Europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo. Le altre 59 vittime hanno rifiutato: vogliono arrivare ad una nuova sentenza che, dopo quella di due anni fa, torni ad imporre all'Italia l'adozione di una legge sulla tortura.