giovedì 26 gennaio 2012

Vendola, Hollande e la speranza di uscire dal buio.

“Il potere del capitale finanziario è il mio nemico e lo combatterò con tutte le mie forze.”
Queste parole riportate da un GR mi hanno fatto sobbalzare sul sedile nell’attimo in cui accendevo la radio, verso le sette di domenica mattina.
Chi poteva averle dette? Vendola? Impossibile. Ferrero? Improbabile. Grillo?

mercoledì 18 gennaio 2012

Un segreto silenzio simmetrico e una faccia di bronzo geometrica.

Apprendiamo ieri improvvisamente dal Financial Times che Monti ha fatto sapere che lui, Merkel e Sarkozy “si sono accordati per un ‘silenzio simmetrico’ nei confronti della BCE”, anche se, secondo il quotidiano britannico, “molti analisti sono convinti che se la Banca centrale europea procedesse a massicci acquisti di titoli di stato (un’altra misura a cui Berlino si oppone), i tassi d’interesse sul debito pubblico italiano potrebbero scendere sensibilmente” (Il Sole 24 ore, 17.1.12, p. 3).

lunedì 16 gennaio 2012

Le fiction sulla crisi finanziaria e le colpe dei potenti che la vogliono.

Il declassamento di Standard & Poor’s è l’ultimo gesto di una lunga catena di atti deliberati compiuti da diversi potentati, che espongono l’Italia al rischio della rovina economica. Ma una spessa cortina di nebbia e di fiction impedisce ai più di percepire che cosa è in gioco dietro la facciata. Il problema è chi prevarrà fra chi vuole soltanto forzare un insieme di scelte politiche e chi vuole il default dell’Italia e la fine della moneta europea.