domenica 12 giugno 2011

Un altro miracolo! Dati parziali di affluenza ai precedenti referendum

12 giugno 2011. E' in corso un altro miracolo, ancora più sorprendente di quello delle amministrative. Abbiamo un 11,63% alle ore 12.00 della domenica. Alle 19.00 c'è il 30,3. Questi dati lasciano presagire un'affluenza oltre il 60%. Guardate la serie storica dei dati parziali di affluenza alle urne in tutti i referendum precedenti.

[Tags: votanti precedenti referendum, affluenza referendum precedenti, percentuali, quorum precedenti referendum, affluenza alle urne ore 12.00, ore 17.00, ore 19.00, ore 22.00, serie storica quorum, dati storici quorum, affluenza urne referendum precedenti ore 17.00, ore 22.00]


VEDI ANCHE IL COMMENTO :
Referendum: i due terzi degli elettori bocciano Berlusconi



Si trova a questa pagina. Guardate i referendum del 1987: 6,7% alle 11.00 della domenica, 26,4% alle 17.00, 65,1% a chiusura il lunedì. Guardate quelli del '93: 8,6 alle 11.00 la domenica, 30,6 alle 17.00, 77 a chiusura il lunedì. Guardate quelli del '95, quando si votava solo la domenica. Guardate il referendum costituzionale del 2006, quando votava già anche l'estero: 10,1 alle 12.00 la domenica, 22,4 alle 19.00, 52,5 a chiusura il lunedì.
Un altro calcio in faccia. Ai privatizzatori, agli antiecologisti, agli ingiustizialisti ad ogni costo. Un altro calcio in faccia a Berlusconi!

h. 23.40 - Il dato di alluenza delle 22.00, pari a poco più del 41,1% per tutti e quattro i referendum, appare in lieve flessione in paragone ai due dati precedenti. Ma indica comunque una netta tendenza al superamento del quorum.
Infatti, nei referendum in cui si è votato anche il lunedì, il rapporto fra affluenza domenicale e affluenza totale, mettendo da parte il caso del divorzio, si è attestato abbastanza uniformemente intorno ai tre quarti nel periodo 1978-1993: cosa che, per il nostro dato domenicale, darebbe un'affluenza totale a chiusura del 54-55%.
Ma nel periodo 2003-2009, il rapporto domenicale/totale si è nettamente spostato, attestandosi intorno ai due terzi, cosa che ci porterebbe invece ad un'alluenza a chiusura di poco superiore al 60%.
In breve, mancare il quorum appare statisticamente pressoché impossibile.
Ma naturalmente è vero che ultimamente sono successe tante cose che sembravano impossibili, dunque tocchiamo ferro e aspettiamo domani.
Intanto, vale la pena di notare che un dato non irrilevante è la quasi assoluta omogeneità nei dati di affluenza dei quattro referendum. Quanti avevano presunto che il quesito sul legittimo impedimento destasse poco interesse sono smentiti dai fatti. E' quello di cui meno si è parlato, ma era quello di gran lunga più rilevante sul piano politico. Si direbbe che ciò non sia sfuggito agli elettori.
Resterà da vedere quale sarà la percentuale dei no. Sarei pronto a scommettere che non sarà di molto inferiore al dieci per cento.

6 commenti:

  1. l'indulto non lo vuole abrogare nessuno?

    RispondiElimina
  2. grazie dell'indicazione. Siamo a 30% alle 19. Si può proprio fare !!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. è presto per cantare vittoria! L'ideale sarebbe chè già alle 22.00 si superi il muro del 50%. Speriamo bene.

    RispondiElimina
  4. ce l'abbiamo fatta invece!!! se alle 22 eravamo al 41,1% e se la matematica non è un'opinione...il quorum lo abbiamo raggiunto, anche senza i voti esteri!!! e dunque non posso che condividere con voi, oltre alla mia gioia, anche questo bel commento di Michele Serra :
    "Nel clima di riscossa civile aperto dalle amministrative, i quattro quesiti di domenica ... potrebbero sortire un effetto analogo: ridare alla politica quel significato di cambiamento, di salto di qualità, che la politica riveste nonostante (e contro) il deperimento degli ultimi anni. Chiedete a tutti di andare a votare, discutere con gli incerti e con gli indifferenti, non vergognatevi di sentirvi propagandisti importuni, così come non mi vergogno di scrivere queste righe di smaccata propaganda politica. La posta è alta, il contenuto dei quesiti molto rilevante. Specie i due referendum sull'acqua chiedono di rimettere l'accento sulla dimensione pubblica della nostra convivenza. La politica è tornata. Dite a tutti di tornare alla politica." E aggiungo soltanto che è però il 4° referendum soprattutto quello di altissimo valore etico e politico : LA LEGGE è e deve ESSERE UGUALE PER TUTTI!!! altrimenti davvero torniamo indietro nel tempo e nella storia di secoli, come ahimè accaduto in questi lunghi anni di berlusconismo.
    Grazie popolo di alinei... "senza cervello" che siete andati a votare!!!

    RispondiElimina
  5. Stefano Pellò13 giugno 2011 16:37

    Νῦν χρῆ μεθυσθῆν καί τινα πρὸσ βὶαν
    πώνην, επεὶ δὴ κάτθανε Μύρσιλος

    RispondiElimina
  6. Mirsilo è morto, una volta per tutte: e adesso per sempre in Italia la legge sarà uguale per tutti!

    RispondiElimina